Venerdì, 24 Novembre 2017 09:57

Il raffiolo

Scritto da Emilia Sensale
Vota questo articolo
(2 Voti)

Nella tradizione culinaria, specialmente quando si parla di dolci, spesso si ha a che fare con creazioni dalla storia secolare, contraddistinta da vincenti intuizioni e gustose influenze da varie tradizioni. Il raffi(u)olo a cassata è uno dei più golosi dolci del periodo natalizio in territorio partenopeo e la sua genesi è proprio un miscuglio di caratteristiche che uniscono il Nord e il Sud dell'Italia. 


Il raffiolo è un dolce dalla particolare forma ellittica, formato da due dischi simili al Pan di Spagna: un primo disco è alla base, viene rigorosamente bagnato e al centro c'è una golosa crema di ricotta e zucchero con gocce di cioccolato, che non si presenta come semplice strato ma cresce in altezza. Arriva poi il secondo disco, sul quale si appoggia solitamente un rettangolino di zucchero di colore verde e il tutto viene ricoperto con una glassa bianca. Come molti dolci tipici, anche il raffiolo napoletano si presenta da anni con delle innovazioni e la proposta più golosa e diffusa è sicuramente il raffiolo al cioccolato: l'interno fisicamente è uguale, ma la crema di ricotta è al cioccolato e la copertura è uno strato di cioccolato che si presenta più compatto rispetto alla morbidezza della classica glassa bianca.

Per comprendere come è nato il raffiolo è necessario ricollegarsi alle leggende che vengono tramandante da tanto tempo, ma una su tutte afferma che questo dolce sarebbe nato grazie a un'idea delle monache benedettine del Convento di San Gregorio Armeno. Intorno al Settecento, infatti, le monache erano affascinate da una tradizione di origine nordica, vale a dire i ravioli di pasta fresca imbottiti, e crearono i cosiddetti 'ravioli dolci'. Da lì in poi il dolce ha subito delle trasformazioni fino ad essere la bontà che possiamo assaggiare oggi e che da alcuni anni è visibile nei banconi delle pasticcerie già dal mese di novembre. A conferma di tale leggenda c'è proprio il nome del dolce poiché 'raffiuolo', infatti, deriverebbe dalla parola 'raviolo'.

Per essere sempre aggiornato circa le maggiori novità in Campania seguici su facebook e instagram
Letto 268 volte Ultima modifica il Venerdì, 24 Novembre 2017 19:58